CANOVA

CANOVA

L’ 8, 9, 10 APRILE: Ci sono dei luoghi comuni, dei “must”, che vengono utilizzati per sintetizzare dei concetti, dei gusti, o delle narrazioni. In un certo ambito culturale, non per forza ricercatissimo o raffinato, per indicare qualcosa di classico, di bianco, di quieto nella rappresentazione si può dire: sembra un Canova. Non è cosa comune con un nome racchiudere tanti ideali estetici. Ma con lo scultore veneto questo accade. Antonio Canova (1757/1822) rappresenta l’apoteosi della messa in scena plastica. La Paolina Bonaparte (1804/1808) posta nella sala centrale di Villa Borghese – luogo per cui la scultura, ritratto della nota borghese, era stata pensata e da cui non si è mai mossa – è il primo passaggio verso cui il pubblico si dirige. Sembra che i visitatori vadano prima “da” Canova per poi passare al Bernini, testimonia Mario Guderzo, direttore del Museo e Gipsoteca Antonio Canova di Possagno, il paese di nascita dello scultore. Però questa attenzione all’antichità lo schivo Canova l’ha un po’ pagata: nei salotti culturali, nelle case dei collezionisti e dei nobili che lo invitavano a scolpire opere per le loro proprietà, lo scultore veniva infatti attaccato, a volte deriso, perché lavorava su temi del passato, riportandone anche lo stile. Ma lo scultore non copiava i grandi modelli: li imparava, analizzava, assorbiva, per poi ricrearli a modo suo, con l’utilizzo di martello e scalpello da cui mai si è staccato, per tutto il corso della sua lunga vita. Due strumenti di lavoro che già utilizzava nella bottega del nonno scalpellino e con cui ha viaggiato per l’Italia con, si dice, il suo cappello di carta in testa. Da Venezia, città che aveva vissuto sugli allori con grandi maestri come Tiziano, Tintoretto e Canaletto, che stava però decadendo dai punti di vista politico, sociale e culturale, a Roma e poi Napoli, fino a giungere a Londra, alla corte di Giorgio VI che gli commissionò la scultura – pezzo unico, che Canova non ha mai più replicato per richiesta del sovrano inglese – Marte e Venere (1817/1819), dopo il successo ottenuto con la composizione di Adone e Venere (1789/1794). Francesco Invernizzi mette in scena un altro racconto su un personaggio culturalmente mitico quale è stato Canova. Un simbolo proprio come quei soggetti, i miti classici appunto, che l’artista si faceva leggere in studio mentre scolpiva il gesso, per poi riattivarlo in prezioso marmo, focalizzandosi principalmente sull’estetica e lo stile, che dovevano essere perfetti. Le mitologie erano storie da “mandare in corpo”, diceva lo scultore per spiegare la mediazione con i grandi classici, da riscoprire e ritrattare. Imitare gli antichi per diventare grandi.

Regia di Francesco Invernizzi
Un film Titolo originale: Canova
Genere DocumentarioBiografico 2018
Uscita cinema lunedì 18 marzo 2019
distribuito da Magnitudo con Chili

ORARI DELLE PROIEZIONI DI CANOVA

  • mercoledì 10 Aprile - 21:00


logo

Related posts

THOR: LOVE AND THUNDER

THOR: LOVE AND THUNDER

DAL 6 LUGLIO: Thor 4: Love and Thunder, il film diretto e scritto da Taika Waititi, segue Thor (Chris Hemsworth) in un viaggio diverso da quelli affrontati fino ad ora, alla ricerca della pace interiore. Ma il suo riposo è interrotto da un killer galattico conosciuto...

ELVIS

ELVIS

DAL 23 GIUGNO: Elvis, film diretto da Baz Luhrmann, racconta la vita del Re del Rock and Roll, Elvis Presley (Austin Butler), mostrando la sua ascesa e il suo successo, che gli hanno permesso di diventare una delle icone del panorama culturale americano, spazzando via anche parte...

TOP GUN: MAVERICK

TOP GUN: MAVERICK

DAL 25 MAGGIO: Top Gun: Maverick, sequel dello storico Top Gun del 1986, interpretato ancora una volta dall'inossidabile Tom Cruise nel ruolo di Pete "Maverick" Mitchell, coraggioso e scapestrato pilota di caccia, amante del pericolo e delle motociclette.Maverick in...

JURASSIC WORLD: IL DOMINIO

JURASSIC WORLD: IL DOMINIO

DAL 2 GIUGNO: Jurassic World: Il Dominio, il film diretto da Colin Trevorrow, è il terzo episodio della saga Jurassic World. Nel film Chris Pratt torna a vestire i panni del domatore di velociraptor, e recita insieme ai protagonisti di Jurassic Park: Laura Dern, Sam...

LO CHIAMAVANO TRINITÁ

LO CHIAMAVANO TRINITÁ

DAL 9 GIUGNO: Lo Chiamavano Trinità, film del 1970 scritto e diretto da E. B. Clucher (all’anagrafe Enzo Barboni), è una delle pellicole più celebri del duo formato da Bud Spencer e Terence Hill. Il lavoro di Barboni è considerato il capostipite del sottogenere...

CAFÈ LA MAMA

CAFÈ LA MAMA

SOLO L' 11 GIUGNO: Il film è ambientato nell'ospedale psichiatrico di Feltre dove sono ricoverati alcuni malati cronici. I personaggi principali sono il primario, una donna, Dario, un infermiere taciturno e bislacco, e Raul, un attore, che porta nell'ospedale una ventata di vitalità...

LIGHTYEAR – LA VERA STORIA DI BUZZ

LIGHTYEAR - LA VERA STORIA DI BUZZ

DAL 15 GIUGNO: Lightyear - La vera storia di Buzz, film diretto da Angus MacLane, esplora le origini del mitico personaggio di Buzz Lightyear (doppiato in originale da Chris Evans), ma non del famoso giocattolo protagonista della serie Toy Story, Il film racconta la storia del...

CORRO DA TE

CORRO DA TE

DAL 23 Aprile: Corro da te, film diretto da Riccardo Milani, racconta la storia di Gianni (Pierfrancesco Favino), un cinquantenne proprietario di un grande brand di scarpe da running, noto in tutti il mondo. È un uomo in carriera e, dato il suo prodotto, anche uno sportivo, ma non ha...

ANCORA DONNE

ANCORA DONNE

IL 23 APRILE: Sono single, vedove o divorziate; hanno avuto figli, mariti, un lavoro. Hanno una vita alle spalle, ma anche una a venire: il documentario rivela le vite intime di cinque donne sulla sessantina che intraprendono una discreta battaglia quotidiana contro la solitudine. È vero che...