CANOVA

CANOVA

L’ 8, 9, 10 APRILE: Ci sono dei luoghi comuni, dei “must”, che vengono utilizzati per sintetizzare dei concetti, dei gusti, o delle narrazioni. In un certo ambito culturale, non per forza ricercatissimo o raffinato, per indicare qualcosa di classico, di bianco, di quieto nella rappresentazione si può dire: sembra un Canova. Non è cosa comune con un nome racchiudere tanti ideali estetici. Ma con lo scultore veneto questo accade. Antonio Canova (1757/1822) rappresenta l’apoteosi della messa in scena plastica. La Paolina Bonaparte (1804/1808) posta nella sala centrale di Villa Borghese – luogo per cui la scultura, ritratto della nota borghese, era stata pensata e da cui non si è mai mossa – è il primo passaggio verso cui il pubblico si dirige. Sembra che i visitatori vadano prima “da” Canova per poi passare al Bernini, testimonia Mario Guderzo, direttore del Museo e Gipsoteca Antonio Canova di Possagno, il paese di nascita dello scultore. Però questa attenzione all’antichità lo schivo Canova l’ha un po’ pagata: nei salotti culturali, nelle case dei collezionisti e dei nobili che lo invitavano a scolpire opere per le loro proprietà, lo scultore veniva infatti attaccato, a volte deriso, perché lavorava su temi del passato, riportandone anche lo stile. Ma lo scultore non copiava i grandi modelli: li imparava, analizzava, assorbiva, per poi ricrearli a modo suo, con l’utilizzo di martello e scalpello da cui mai si è staccato, per tutto il corso della sua lunga vita. Due strumenti di lavoro che già utilizzava nella bottega del nonno scalpellino e con cui ha viaggiato per l’Italia con, si dice, il suo cappello di carta in testa. Da Venezia, città che aveva vissuto sugli allori con grandi maestri come Tiziano, Tintoretto e Canaletto, che stava però decadendo dai punti di vista politico, sociale e culturale, a Roma e poi Napoli, fino a giungere a Londra, alla corte di Giorgio VI che gli commissionò la scultura – pezzo unico, che Canova non ha mai più replicato per richiesta del sovrano inglese – Marte e Venere (1817/1819), dopo il successo ottenuto con la composizione di Adone e Venere (1789/1794). Francesco Invernizzi mette in scena un altro racconto su un personaggio culturalmente mitico quale è stato Canova. Un simbolo proprio come quei soggetti, i miti classici appunto, che l’artista si faceva leggere in studio mentre scolpiva il gesso, per poi riattivarlo in prezioso marmo, focalizzandosi principalmente sull’estetica e lo stile, che dovevano essere perfetti. Le mitologie erano storie da “mandare in corpo”, diceva lo scultore per spiegare la mediazione con i grandi classici, da riscoprire e ritrattare. Imitare gli antichi per diventare grandi.

Regia di Francesco Invernizzi
Un film Titolo originale: Canova
Genere DocumentarioBiografico 2018
Uscita cinema lunedì 18 marzo 2019
distribuito da Magnitudo con Chili

ORARI DELLE PROIEZIONI DI CANOVA

  • mercoledì 10 Aprile - 21:00


Related posts

APOLLO 11

APOLLO 11

IL 9, 10, 11 SETTEMBRE: Apollo 11, film diretto da Todd Douglas Miller, è documentario contenente alcune delle centinaia di ore di immagini girate ben cinquanta anni fa, nel 1969, durante l'omonima missione spaziale che vide il comandante Neil Armstrong e i piloti Buzz Aldrin e Michael Collins...

SCAPPO A CASA

SCAPPO A CASA

DAL 10 APRILE: Scappo a casa, il film di Enrico Lando, vede protagonista Michele (Aldo). Quel che conta per lui è apparire: far colpo sulle belle donne (solo per accumulare punti su un'applicazione di incontri), guidare macchine di lusso (non perché ne sia proprietario ma perché...

SHAZAM!

SHAZAM!

DALL' 11 APRILE: Tutti abbiamo un supereroe dentro di noi, ci vuole solo un po' di magia per farlo uscire fuori. Nel caso di Billy Batson (Asher Angel), basta pronunciare una sola parola - SHAZAM! – per far sì che uno scaltro quattordicenne rimasto orfano si trasformi in un...

ASTERIX E IL SEGRETO DELLA POZIONE MAGICA

ASTERIX E IL SEGRETO DELLA POZIONE MAGICA

DAL 12 APRILE: Il druido Getafix, il punto di riferimento del villaggio di Asterix, con la sua pozione magica che permette al guerriero i super poteri con cui difende la loro terra, cade da un albero. Per i druidi questo è segno che sta invecchiando e che deve trovare un giovane erede al quale...

IL PROFESSORE E IL PAZZO

IL PROFESSORE E IL PAZZO

DAL 12 APRILE: Il professore e il pazzo, il film diretto da P.B. Shemran, racconta la storia vera del Professor James Murray (Mel Gibson) al quale viene affidata la redazione del primo dizionario al mondo che racchiuda tutte le parole di lingua inglese. Per far ciò il Professore avrà...

LA GRANDE ARTE AL CINEMA 2019 – PARTE 2 – DENTRO CARAVAGGIO

LA GRANDE ARTE AL CINEMA 2019 - PARTE 2 - DENTRO CARAVAGGIO

Il 27, 28 e 29 maggio la stagione 2019 si chiuderà con DENTRO CARAVAGGIO. Perché, a oltre cinque secoli dalla morte, Caravaggio è uno dei pittori più popolari dei nostri tempi e continua ad essere protagonista di libri, mostre e approfondimenti? Un grande attore di teatro, Sandro Lombardi...

POKÉMON DETECTIVE PIKACHU

POKÉMON DETECTIVE PIKACHU

DAL 16 MAGGIO: Pokémon Detective Pikachu, il film diretto da Rob Letterman, segue la storia del giovane Tim, costretto a scoprire cosa sia successo, quando suo padre, il geniale detective privato Harry Goodman, scompare misteriosamente.Ad aiutarlo nelle indagini l'ex compagno Pokémon...

ATTENTI A QUELLE DUE

ATTENTI A QUELLE DUE

DAL 17 MAGGIO: Attenti a quelle due, nel film diretto da Chris Addison, Anne Hathaway e Rebel Wilson interpretano due artiste della truffa di diversa estrazione sociale. Le due si uniscono per avere una rivincita sugli uomini che hanno fatto loro dei torti.DATA...

STANLIO E OLLIO

STANLIO E OLLIO

DAL 17 MAGGIO: Stanlio e Ollio, il film diretto da Jon S. Baird, vede protagonista il duo comico più celebre della storia del cinema, ovvero Stan Laurel (Steve Coogan) e Oliver Hardy (John C. Reilly). Il film si concentra sull'ultimo tour in Inghilterra di Stanlio e...

Leave a comment