CANOVA

CANOVA

L’ 8, 9, 10 APRILE: Ci sono dei luoghi comuni, dei “must”, che vengono utilizzati per sintetizzare dei concetti, dei gusti, o delle narrazioni. In un certo ambito culturale, non per forza ricercatissimo o raffinato, per indicare qualcosa di classico, di bianco, di quieto nella rappresentazione si può dire: sembra un Canova. Non è cosa comune con un nome racchiudere tanti ideali estetici. Ma con lo scultore veneto questo accade. Antonio Canova (1757/1822) rappresenta l’apoteosi della messa in scena plastica. La Paolina Bonaparte (1804/1808) posta nella sala centrale di Villa Borghese – luogo per cui la scultura, ritratto della nota borghese, era stata pensata e da cui non si è mai mossa – è il primo passaggio verso cui il pubblico si dirige. Sembra che i visitatori vadano prima “da” Canova per poi passare al Bernini, testimonia Mario Guderzo, direttore del Museo e Gipsoteca Antonio Canova di Possagno, il paese di nascita dello scultore. Però questa attenzione all’antichità lo schivo Canova l’ha un po’ pagata: nei salotti culturali, nelle case dei collezionisti e dei nobili che lo invitavano a scolpire opere per le loro proprietà, lo scultore veniva infatti attaccato, a volte deriso, perché lavorava su temi del passato, riportandone anche lo stile. Ma lo scultore non copiava i grandi modelli: li imparava, analizzava, assorbiva, per poi ricrearli a modo suo, con l’utilizzo di martello e scalpello da cui mai si è staccato, per tutto il corso della sua lunga vita. Due strumenti di lavoro che già utilizzava nella bottega del nonno scalpellino e con cui ha viaggiato per l’Italia con, si dice, il suo cappello di carta in testa. Da Venezia, città che aveva vissuto sugli allori con grandi maestri come Tiziano, Tintoretto e Canaletto, che stava però decadendo dai punti di vista politico, sociale e culturale, a Roma e poi Napoli, fino a giungere a Londra, alla corte di Giorgio VI che gli commissionò la scultura – pezzo unico, che Canova non ha mai più replicato per richiesta del sovrano inglese – Marte e Venere (1817/1819), dopo il successo ottenuto con la composizione di Adone e Venere (1789/1794). Francesco Invernizzi mette in scena un altro racconto su un personaggio culturalmente mitico quale è stato Canova. Un simbolo proprio come quei soggetti, i miti classici appunto, che l’artista si faceva leggere in studio mentre scolpiva il gesso, per poi riattivarlo in prezioso marmo, focalizzandosi principalmente sull’estetica e lo stile, che dovevano essere perfetti. Le mitologie erano storie da “mandare in corpo”, diceva lo scultore per spiegare la mediazione con i grandi classici, da riscoprire e ritrattare. Imitare gli antichi per diventare grandi.

Regia di Francesco Invernizzi
Un film Titolo originale: Canova
Genere DocumentarioBiografico 2018
Uscita cinema lunedì 18 marzo 2019
distribuito da Magnitudo con Chili

ORARI DELLE PROIEZIONI DI CANOVA

  • mercoledì 10 Aprile - 21:00


logo

Related posts

BEFORE THE DAWN di MARCO RECALCHI

BEFORE THE DAWN di MARCO RECALCHI

Il mondo è invaso da un virus che rende le persone zombie.Due fratellini sono rimasti soli nella casa in cui stavano trascorrendo le vacanze assieme ai genitori.Il governo ha imposto il coprifuoco; non si può uscire di casa se non dopo il tramonto, quando gli zombie sono meno pericolosi. È...

QUARANTENA DI MARCO RECALCHI

QUARANTENA DI MARCO RECALCHI

Come in un film di Hollywood, il mondo è assediato da un virus ma questa volta è tutto vero. I governi hanno schierato gli eserciti e la popolazione deve restare chiusa in casa. Claudio continua la sua routine lavorando nel suo salotto ma tutto ciò si fa sempre più insopportabile. Un giorno...

SPIDER-MAN: NO WAY HOME

SPIDER-MAN: NO WAY HOME

DAL 16 DICEMBRE: Spider-Man: No Way Home, il film diretto da Jon Watts, è il terzo capitolo del franchise targato Marvel/Sony che segue le avventure di Peter Parker alias Spider-Man.In questo nuovo capitolo scopriremo cosa accadrà al mitico supereroe di New York dopo che il villain Mysterio ha...

DIABOLIK DEI MANETTI BROS

DIABOLIK DEI MANETTI BROS

DAL 16 DICEMBRE: Diabolik, il film dei Manetti Bros, è l'adattamento cinematografico del celebre personaggio dei fumetti creato da Angela e Luciana Giussani, pubblicato per la prima volta nel 1962. A vestire i panni del "Re del Terrore", il ladro più affascinate e spietato di tutti i tempi...

7 DONNE E UN MISTERO

7 DONNE E UN MISTERO

DAL 26 DICEMBRE: 7 donne e un mistero, film diretto da Alessandro Genovesi, segue le ore successive all'omicidio di un uomo, un imprenditore con moglie e figlie, ucciso misteriosamente nella sua casa. Nella villa del morto sono riunite tutte le donne che, in un modo o nell'altro, sono...

LA BEFANA VIEN DI NOTTE – LE ORIGINI

LA BEFANA VIEN DI NOTTE - LE ORIGINI

DAL 30 DICEMBRE: La befana vien di notte 2 - Le origini, il film diretto da Paola Randi, è ambientato nel XVIII secolo e segue la storia di Paola (Zoe Massenti), giovane ragazza che vive in strada, imbrogliona e dalla capacità di mettersi sempre in situazioni pericolose. Un giorno...

WEST SIDE STORY

WEST SIDE STORY

West Side Story, il film di Steven Spielberg, è la nuova versione del classico musical del 1957 con le musiche di Leonard Bernstein, libretto di Arthur Laurents e parole di Stephen Sondheim, che nel 1961 dette origine al film di Robert Wise e Jerome Robbins vincitore di 10 premi Oscar. La...

MATRIX: RESURRECTIONS

MATRIX: RESURRECTIONS

DAL 1 GENNAIO: Matrix 4 Resurrections, il film diretto da Lana Wachowski, arriva al cinema quasi 20 anni dopo Matrix Revolutions, il terzo capitolo che sembrava aver concluso per sempre una delle saghe fantascientifiche più celebri e influenti di questo secolo, iniziata nel 1999 con...

HOUSE OF GUCCI

HOUSE OF GUCCI

DAL 30 DICEMBRE: House of Gucci, il film diretto da Ridley Scott, segue la storia della famiglia Gucci, raccontando l'azienda attraverso le persone che ne hanno fatto parte tra fama, genialità, momenti difficili e sofferenze. In particolar modo il film ruota attorno al fatto di sangue avvenuto...