I CALLED HIM MORGAN

I CALLED HIM MORGAN

IL 24 GIUGNO: Con la partecipazione straordinaria di ASHLEY KAHN – Grammy Award per la categoria Best Historical Albumdel  La sera del 19 febbraio 1972, durante una violenta tempesta di neve, allo Slugs, club newyorkese dell’East Village, il trombettista Lee Morgan, 33 anni, viene colpito e ucciso da un colpo di pistola. A far fuoco è Helen Joyner Crawford, la sua compagna, nonché agente e factotum, nello sgomento generale di amici e colleghi, che li conoscono come coppia inseparabile.
Recuperando l’intervista audio a Helen registrata nel ’96 dal docente e conduttore radio Larry Reni Thomas, lo svedese Kasper Collin ripercorre la loro storia d’amore attraversata dal jazz (un po’ come La La Land, film d’apertura del Concorso di Venezia 73) ma minata da presupposti sociali molto differenti.
La direzione della storia è indicata proprio dalla voce originale di Helen, incisa su nastro, e dalle interviste video di diversi colleghi musicisti più o meno coetanei di Morgan. Ma in larga parte anche dalle foto in bianco e nero delle session nelle varie band, tra compagni di scorribande anche alcoliche e automobilistiche, e da filmati di New York tra gli anni ’50 e i primi ’70: unico, irripetibile contenitore di una rivoluzione non solo musicale ma anche civile. Un archivio coronato dalla musica originale degli stessi protagonisti, talvolta riproposta in esecuzioni live televisive.
È a New York che Helen, originaria di Wilmington, North Carolina, abituata ad aprire la sua casa a musicisti e dropout, aveva conosciuto Lee nel 1967, quando era spiantato e depotenziato dall’uso di eroina. Hanno 14 anni di differenza, lei ha un figlio della stessa età di lui, concepito da adolescente e frutto della violenza di un uomo che morirà presto in circostanze non chiare, in una provincia da cui lei vuole fuggire ed emanciparsi. Helen ha la saggezza della strada, una sfacciataggine che non passa inosservata e cerca una rinascita nella Grande Mela. Morgan, dopo aver militato nei Jazz Messengers assemblati da Art Blakley a metà anni ’50, e poi nella Big Band di Dizzy Gillespie, aveva salvato con il suo disco più famoso, “The Sidewinder” (1963), i bilanci della Blue Note, ma poi era precipitato nella dipendenza.
Sessionman anche di John Coltrane, il trombettista è ricordato dal compagno sassofonista Wayne Shorter e dagli altri amici interpellati come un artista molto sicuro di sé e destinato al grande successo, dotato di qualità compositive e di esecuzione capaci di insidiare sia Gillespie che Miles Davis: agilità tecnica, esibizione energica. Insomma, un eccellente rappresentante di quello che in quel momento si definiva hard bop, ma curioso dell’evoluzione del genere verso l’r&b e il funky. Sarà l’amore di Helen a salvarlo e rilanciarne la carriera. Ma anche a decretarne la morte, accecata dalla gelosia per una donna più giovane, come in una tragedia greca in cui chi è stato vittima di violenza non può che ripeterla.
Fusione non sempre avvincente di ricostruzione criminale e doc musicale, I Called Him Morgan sceglie di rivelare il finale in apertura e di procedere quindi in senso cronologico, concedendo molto spazio agli interventi dei musicisti testimoni dei fatti. Collin, che nel 2006 aveva prodotto e diretto My Name Is Albert Ayler, sull’omonimo sassofonista free jazz statunitense, sfrutta a pieno la ricchezza dei repertori per esplorare una singolare, mutua assistenza. E pare più affascinato da quel particolare contesto e dalla ricerca di stile dei suoi protagonisti che interessato ai temi politici (accennati da Morgan nell’album “Search For A New Land”, del 1964) o alla frustrazione della comunità black per lo sfruttamento bianco di un patrimonio afroamericano. Fuori concorso alla Mostra di Venezia 2016.

ORARI DELLE PROIEZIONI DI I CALLED HIM MORGAN

  • sabato 24 Giugno - 16:00


logo

Related posts

BEFORE THE DAWN di MARCO RECALCHI

BEFORE THE DAWN di MARCO RECALCHI

Il mondo è invaso da un virus che rende le persone zombie.Due fratellini sono rimasti soli nella casa in cui stavano trascorrendo le vacanze assieme ai genitori.Il governo ha imposto il coprifuoco; non si può uscire di casa se non dopo il tramonto, quando gli zombie sono meno pericolosi. È...

QUARANTENA DI MARCO RECALCHI

QUARANTENA DI MARCO RECALCHI

Come in un film di Hollywood, il mondo è assediato da un virus ma questa volta è tutto vero. I governi hanno schierato gli eserciti e la popolazione deve restare chiusa in casa. Claudio continua la sua routine lavorando nel suo salotto ma tutto ciò si fa sempre più insopportabile. Un giorno...

SPIDER-MAN: NO WAY HOME

SPIDER-MAN: NO WAY HOME

DAL 16 DICEMBRE: Spider-Man: No Way Home, il film diretto da Jon Watts, è il terzo capitolo del franchise targato Marvel/Sony che segue le avventure di Peter Parker alias Spider-Man.In questo nuovo capitolo scopriremo cosa accadrà al mitico supereroe di New York dopo che il villain Mysterio ha...

DIABOLIK DEI MANETTI BROS

DIABOLIK DEI MANETTI BROS

DAL 16 DICEMBRE: Diabolik, il film dei Manetti Bros, è l'adattamento cinematografico del celebre personaggio dei fumetti creato da Angela e Luciana Giussani, pubblicato per la prima volta nel 1962. A vestire i panni del "Re del Terrore", il ladro più affascinate e spietato di tutti i tempi...

7 DONNE E UN MISTERO

7 DONNE E UN MISTERO

DAL 26 DICEMBRE: 7 donne e un mistero, film diretto da Alessandro Genovesi, segue le ore successive all'omicidio di un uomo, un imprenditore con moglie e figlie, ucciso misteriosamente nella sua casa. Nella villa del morto sono riunite tutte le donne che, in un modo o nell'altro, sono...

LA BEFANA VIEN DI NOTTE – LE ORIGINI

LA BEFANA VIEN DI NOTTE - LE ORIGINI

DAL 30 DICEMBRE: La befana vien di notte 2 - Le origini, il film diretto da Paola Randi, è ambientato nel XVIII secolo e segue la storia di Paola (Zoe Massenti), giovane ragazza che vive in strada, imbrogliona e dalla capacità di mettersi sempre in situazioni pericolose. Un giorno...

WEST SIDE STORY

WEST SIDE STORY

West Side Story, il film di Steven Spielberg, è la nuova versione del classico musical del 1957 con le musiche di Leonard Bernstein, libretto di Arthur Laurents e parole di Stephen Sondheim, che nel 1961 dette origine al film di Robert Wise e Jerome Robbins vincitore di 10 premi Oscar. La...

MATRIX: RESURRECTIONS

MATRIX: RESURRECTIONS

DAL 1 GENNAIO: Matrix 4 Resurrections, il film diretto da Lana Wachowski, arriva al cinema quasi 20 anni dopo Matrix Revolutions, il terzo capitolo che sembrava aver concluso per sempre una delle saghe fantascientifiche più celebri e influenti di questo secolo, iniziata nel 1999 con...

HOUSE OF GUCCI

HOUSE OF GUCCI

DAL 30 DICEMBRE: House of Gucci, il film diretto da Ridley Scott, segue la storia della famiglia Gucci, raccontando l'azienda attraverso le persone che ne hanno fatto parte tra fama, genialità, momenti difficili e sofferenze. In particolar modo il film ruota attorno al fatto di sangue avvenuto...