I CALLED HIM MORGAN

I CALLED HIM MORGAN

IL 24 GIUGNO: Con la partecipazione straordinaria di ASHLEY KAHN – Grammy Award per la categoria Best Historical Albumdel  La sera del 19 febbraio 1972, durante una violenta tempesta di neve, allo Slugs, club newyorkese dell’East Village, il trombettista Lee Morgan, 33 anni, viene colpito e ucciso da un colpo di pistola. A far fuoco è Helen Joyner Crawford, la sua compagna, nonché agente e factotum, nello sgomento generale di amici e colleghi, che li conoscono come coppia inseparabile.
Recuperando l’intervista audio a Helen registrata nel ’96 dal docente e conduttore radio Larry Reni Thomas, lo svedese Kasper Collin ripercorre la loro storia d’amore attraversata dal jazz (un po’ come La La Land, film d’apertura del Concorso di Venezia 73) ma minata da presupposti sociali molto differenti.
La direzione della storia è indicata proprio dalla voce originale di Helen, incisa su nastro, e dalle interviste video di diversi colleghi musicisti più o meno coetanei di Morgan. Ma in larga parte anche dalle foto in bianco e nero delle session nelle varie band, tra compagni di scorribande anche alcoliche e automobilistiche, e da filmati di New York tra gli anni ’50 e i primi ’70: unico, irripetibile contenitore di una rivoluzione non solo musicale ma anche civile. Un archivio coronato dalla musica originale degli stessi protagonisti, talvolta riproposta in esecuzioni live televisive.
È a New York che Helen, originaria di Wilmington, North Carolina, abituata ad aprire la sua casa a musicisti e dropout, aveva conosciuto Lee nel 1967, quando era spiantato e depotenziato dall’uso di eroina. Hanno 14 anni di differenza, lei ha un figlio della stessa età di lui, concepito da adolescente e frutto della violenza di un uomo che morirà presto in circostanze non chiare, in una provincia da cui lei vuole fuggire ed emanciparsi. Helen ha la saggezza della strada, una sfacciataggine che non passa inosservata e cerca una rinascita nella Grande Mela. Morgan, dopo aver militato nei Jazz Messengers assemblati da Art Blakley a metà anni ’50, e poi nella Big Band di Dizzy Gillespie, aveva salvato con il suo disco più famoso, “The Sidewinder” (1963), i bilanci della Blue Note, ma poi era precipitato nella dipendenza.
Sessionman anche di John Coltrane, il trombettista è ricordato dal compagno sassofonista Wayne Shorter e dagli altri amici interpellati come un artista molto sicuro di sé e destinato al grande successo, dotato di qualità compositive e di esecuzione capaci di insidiare sia Gillespie che Miles Davis: agilità tecnica, esibizione energica. Insomma, un eccellente rappresentante di quello che in quel momento si definiva hard bop, ma curioso dell’evoluzione del genere verso l’r&b e il funky. Sarà l’amore di Helen a salvarlo e rilanciarne la carriera. Ma anche a decretarne la morte, accecata dalla gelosia per una donna più giovane, come in una tragedia greca in cui chi è stato vittima di violenza non può che ripeterla.
Fusione non sempre avvincente di ricostruzione criminale e doc musicale, I Called Him Morgan sceglie di rivelare il finale in apertura e di procedere quindi in senso cronologico, concedendo molto spazio agli interventi dei musicisti testimoni dei fatti. Collin, che nel 2006 aveva prodotto e diretto My Name Is Albert Ayler, sull’omonimo sassofonista free jazz statunitense, sfrutta a pieno la ricchezza dei repertori per esplorare una singolare, mutua assistenza. E pare più affascinato da quel particolare contesto e dalla ricerca di stile dei suoi protagonisti che interessato ai temi politici (accennati da Morgan nell’album “Search For A New Land”, del 1964) o alla frustrazione della comunità black per lo sfruttamento bianco di un patrimonio afroamericano. Fuori concorso alla Mostra di Venezia 2016.

ORARI DELLE PROIEZIONI DI I CALLED HIM MORGAN

  • sabato 24 Giugno - 16:00


logo

Related posts

NON ANDARE VIA

NON ANDARE VIA

IL 13 APRILE ore 16.00: "Non andare via" racconta il vissuto di una famiglia bellunese emigrata in Svizzera in cerca di lavoro e di un futuro  certo. Una storia di forza, di sacrifici, di scelte quotidiane e di speranza. Un'esperienza umana  profonda che si intreccia in modo indelebile con il...

KRAVEN – IL CACCIATORE …dall’Universo SpiderMan

KRAVEN - IL CACCIATORE ...dall'Universo SpiderMan

Kraven - Il Cacciatore, film diretto da J.C. Chandor, segue la storia dell'immigrato russo Sergei Kravinoff (Aaron Taylor-Johnson), che deve dimostrare di essere il migliore cacciatore al mondo portando a termine un'ardua missione. Il film è un'origin story che racconta nascita e destino di uno...

INTERSTELLAR

INTERSTELLAR

In un futuro imprecisato, un drastico cambiamento climatico ha colpito duramente l'agricoltura. Un gruppo di scienziati, sfruttando un "whormhole" per superare le limitazioni fisiche del viaggio spaziale e coprire le immense distanze del viaggio interstellare, cercano di esplorare nuove...

MATTEO GRACIS – INCONTRO TRA ANIME IRREQUIETE

MATTEO GRACIS - INCONTRO TRA ANIME IRREQUIETE

LUNEDÌ 19 FEBBRAIO ore 18.30: prevendite aperte Un percorso di crescita personale con aneddoti, consigli e spunti per sfidare se stessi, mettersi alla prova e migliorare la propria forza di volontà. Preziose chiavi di lettura per trasformare la propria vita in un’avventura meravigliosa ma...

VITTORIO DE SICA, ALBERTO SORDI, TOTÓ, MARCELLO MASTROIANNI….

VITTORIO DE SICA, ALBERTO SORDI, TOTÓ, MARCELLO MASTROIANNI....

DAL 1° FEBBRAIO: ...il titolo di questo articolo probabilmente vi dice già tutto quanto volete sapere, quindi, brevemente aggiungo solo che dalle prossime settimane inserirò in cartellone titoli di film degli anni '40, '50, '60.Ed eccoci al giro di boa, ora iniziamo per davvero. Gli spettacoli...

IL COLORE VIOLA

IL COLORE VIOLA

Il Colore Viola, film diretto da Blitz Bazawule, è ambientato nel Novecento nel sud degli Stati Uniti e racconta la storia di un gruppo di donne afroamericane, che nel corso della loro vita affrontano momenti davvero difficili e combattono diverse lotte. Prima tra tutte c'è Celie (Fantasia...

PEPPA’S CINEMA PARTY

PEPPA'S CINEMA PARTY

Peppa's Cinema Party, film diretto da Andrea Tran, celebra i vent'anni della maialiana Peppa Pig, che con la sue avventure ha divertito i più piccoli sin dal 2004, divenendo in breve tempo uno dei personaggi più adorati dai bimbi. L'appuntamento al cinema consiste nella proiezione di 10...

SAW X

SAW X

Saw X, il film diretto da Kevin Greutert, è il decimo capitolo della saga horror Saw che vede protagonista John Kramer, alias Jigsaw (Tobin Bell) e i sui enigmi mortali.La storia si svolge tra gli eventi di Saw I e Saw II, Kramer ammalato di cancro terminale, ha sentito parlare di una cura...

UN MONDO A PARTE con Antonio Albanese – REPLICA il 3 e l’8 maggio

UN MONDO A PARTE con Antonio Albanese - REPLICA il 3 e l'8 maggio

DAL 12 APRILE: Un Mondo a Parte, film diretto da Riccardo Milani, racconta la storia di Michele Cortese, un maestro delle elementari, che sembra sta per affacciarsi a una nuova vita. Dopo aver insegnato per quarant'anni nella giungla delle scuole romane, l'uomo riesce a farsi assegnare...